La donazione

 Perché dovrei donare?

 
Donare il sangue è un atto di generosità, ma soprattutto un dovere sociale, un modo semplice di aiutare gli altri e per tenere sempre sotto controllo la propria salute.
E anche un modo piacevole di conoscere nuovi amici.
Se volete sapere come, quando e perché telefonate allo 0934/574250  venite a trovarci nella nuova sede di via Cattaneo 3 dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.00. Vi aspettiamo ! oppure scaricate il modulo d'iscrizione e presentattelo ai c.t. per le visite preventive !!!
 
Donare sangue è un ottimo affare!!!
Prima di tutto per te stesso… perché ti permette di controllare il tuo stato di salute, periodicamente ogni 3 - 4 mesi, velocemente, basta poco meno di un’ora, gratuitamente anzi, ci guadagni una colazione. E poi per la società perché importare plasma dall’estero significa una spesa di molte migliaia di euro e li paghi anche tu, e perché il donatore volontario, periodicamente controllato, è l’unica fonte sicura.
 
Nessun dolore: I centri trasfusionali italiani sono all’avanguardia quanto a mezzi tecnici per i prelievi e personale sanitario specializzato.
 
Nessun rischio: I prelievi effettuati nei centri trasfusionali sono soggetti a molti controlli annuali e gli strumenti utilizzati sono tutti assolutamente sterili, garantiti e monouso.
 
Nessuna perdita di tempo: Tra l’inizio della donazione (controlli preventivi) e l’uscita dal centro (dopo la colazione offerta) passa mediamente meno di un ora. E il giorno della donazione, se richiesto, viene "giustificato" per legge presso il posto di lavoro.
 
Nessun problema di agenda: Non occorre tenere a mente il periodo in cui si è tenuti ad effettuare una donazione, la segreteria del gruppo si incarica di ricordarvi quando è il momento di donare, invitandovi a scegliere liberamente il giorno.
Vengono forniti al donatore gratuitamente tutti i dati relativi a:
 
·         Emocromo completo
·         colesterolo e trigliceridi
·         glicemia e urine
·         funzionalità epatica e renale
·         test HIV e epatite B/C
·         visita medica completa
.         rx torace
 
Il sangue donato si recupera completamente in meno di una settimana !
Il sangue D.O.C. è garanzia di salute, controllata alla fonte !
 
 
Il sangue è insostituibile!
 
Il sangue non è riproducibile artificialmente ed è indispensabile alla vita.
Il sangue è un tessuto fluido, composto da elementi cellulari (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) e da un elemento liquido (plasma), nel quale sono disciolte proteine, sali minerali, grassi e zuccheri.
In base a particolari sostanze presenti sulla superficie dei globuli rossi, il sangue si differenzia in 4 tipi fondamentali: gruppo A - gruppo B ­ gruppo AB - gruppo O (zero); ognuno di questi gruppi è definito positivo o negativo in base alla presenza o meno del "fattore Rh".
 
Per donare sangue bisogna avere almeno 18 anni, pesare più di 50 Kg ed essere in buone condizioni di salute.
Per le donazioni di sangue intero occorre non avere superato i 65 anni di età; per le donazioni di plasma e piastrine il limite è di 55 anni di età
 
Alcuni tipi di donazione:
 
- Sangue intero
 
- Plasma (plasmaferesi)
 
- Piastrine (piastrinoaferesi) –
 
 
 
 Donazione di sangue intero
 
Il prelievo di sangue intero è assolutamente innocuo per il donatore e ha una durata di circa 5-8 minuti. Il volume massimo di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 centimetri cubici +/- il 10%. Dopo il prelievo, al donatore viene offerto un buon ristoro per reintegrare liquidi, zuccheri e sostanze nutrienti. Ai lavoratori dipendenti viene riconosciuta una giornata di riposo retribuita.
 
 
 
Plasmaferesi: donazione di plasma
 
Cos'è il plasma
 
Il plasma rappresenta la componente liquida del sangue, grazie alla quale le cellule sanguigne possono circolare. Il plasma è costituito prevalentemente da acqua (oltre il 90%), nella quale sono disciolte e veicolate molte sostanze quali proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione.
 
Nell’aferesi (termine greco che significa l’atto del "portar via"), attraverso l’uso di separatori cellulari, si ottiene dal sangue del donatore soltanto la componente ematica di cui si ha necessità: plasma (plasmaferesi) o piastrine (piastrinoaferesi), restituendogli contemporaneamente i restanti elementi.
 
La plasmaferesi si esegue con apparecchiature che prelevano il sangue e ne separano le componenti, restituendo le cellule al donatore in un processo continuo, attraverso un unico accesso venoso.
 
Questa donazione ha una durata variabile da 35 minuti a 50 minuti circa, si effettua preferibilmente su appuntamento e poiché sono necessarie apparecchiature specifiche (separatori cellulari) si effettua presso strutture trasfusionali abilitate.
 
I requisiti per la donazione del plasma sono simili a quelli per la donazione del sangue intero. L’intervallo tra una donazione e l’altra di solo plasma, può essere anche di solo 14 giorni poiché il plasma si rigenera molto rapidamente) senza alcuna conseguenza o ripercussione negativa.
 
 
 
Piastrinoaferesi: donazione di piastrine
 
La piastrinoaferesi consiste nel prelievo delle sole piastrine. Oltre ai requisiti necessari alla donazione di sangue intero, il donatore di piastrine dovrà avere un normale assetto emocoagulativo.
 
Può essere effettuata con metodica di centrifugazione mediante alcuni cicli durante i quali l’apparecchiatura utilizzata separa la parte corpuscolata del sangue dal plasma; quest’ultimo viene raccolto in una sacca satellite in attesa di essere restituito al donatore. Dalla parte corpuscolata vengono estratte automaticamente a circuito chiuso, senza possibilità di contaminazione, le piastrine che si raccolgono in una apposita sacca.
 
Il ciclo si conclude con la reinfusione al donatore del plasma, dei globuli rossi e dei globuli bianchi. A questo punto inizia il nuovo ciclo, fino al raggiungimento della quota desiderata di piastrine. Non si possono eseguire di norma più di 6 piastrinoaferesi l’anno; l’intervallo minimo consentito tra due piastrinoaferesi e tra una piastrinoaferesi e una donazione di sangue intero è di quattordici giorni, mentre tra una donazione di sangue intero e una piastrinoaferesi è di un mese. Tutto il procedimento dura circa un’ora e mezza. Le piastrine raccolte verranno utilizzate entro 5 giorni dal prelievo per la terapia di alcune gravi malattie come per esempio le leucemie, per i pazienti oncologici in chemioterapia e come supporto fondamentale nei trapianti di midollo osseo.